IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI ANNI 18. GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA. Consulta le probabilità di vincita sul sito www.adm.gov.it

Firenze - Palazzo Medici Riccardi

In nome della Legalità a Firenze


28/11/2013

La nona tappa del workshop itinerante "In nome della legalità", organizzato da Codere, si è svolta giovedì 28 novembre 2013 a Firenze, presso la Sala Pistelli di Palazzo Medici Riccardi.
L’evento, moderato dal giornalista Claudio Bozza del Corriere Fiorentino, ha visto tra i partecipanti i massimi rappresentanti degli organi di controllo preposti e delle istituzioni, tra questi: il saluto portato dalle istituzioni locali attraverso la dott.ssa Antonella Coniglio, Assessore alle Politiche sociali per la sicurezza e la legalità della Provincia di Firenze, il Ten. Col. Federico Pecoraro, del Comando Provinciale della Guardia di Finanza “Gruppo Tutela Mercato, beni e servizi” nuclei Polizia Tributaria, che ha illustrato l’importanza e l'utilità di una più ampia cooperazione, oltre che tra Monopoli, Istituzioni e Organi di controllo, soprattutto con il cittadino, che costituisce un valido aiuto attraverso le segnalazioni; sulla stessa linea anche la dott.ssa Daniela Guiducci, Direttore Ufficio regionale Toscana dell’ADM, nel corso del suo intervento ha spiegato l’importanza delle segnalazioni dei cittadini e della sinergia tra Amministrazione, Forze dell’Ordine, Comune e Provincia.
Il dott. Francesco Lento, Sostituto Commissario Divisione amministrativa e sociale della Questura di Firenze, ha spiegato come il panorama normativo si sta sgombrando dai dubbi consolidando la tesi della nascita del Testo Unico e che costituirebbe un riferimento necessario nello svolgimento nell’attività di controllo. Il prof. Ranieri Razzante, Presidente e fondatore di AIRA, l'Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio, ha puntualizzato la necessità di distinguere tra gioco illegale, perché gestito da associazioni illegali, e gioco legale, ma praticato in maniera illegale. 
A conclusione dell’evento l’ing. Massimo Ruta, Country Manager di Codere Italia, ha illustrato il progetto “Gioco Responsabile” di Codere, condotto col supporto dell’Associazione Primo Consumo e gli obiettivi futuri dell’azienda in materia.
Lo spunto principale è stato il volume "La disciplina dei giochi in Italia tra monopolio, pubblico e mercato", realizzato dalla Fundaciòn Codere in collaborazione con la Fondazione Bruno Visentini e il Ceradi-Luiss Guido Carli, che rappresenta il più importante tentativo di riordino legislativo della materia del gioco, nell'attesa di un vero testo unico.
Ed è proprio su questo punto che tutti i partecipanti hanno focalizzato la loro attenzione, evidenziando l’importanza della sinergia tra istituzioni e operatori del settore, per poter agire sempre all’interno di regole certe e definite, offrendo la massima informazione possibile agli utenti.

Relatori:
Dott.ssa Antonella Coniglio, Assessore alle Politiche Sociali, Sicurezza e Legalità della Provincia di Firenze 
Dott. Daniela Guiducci, Direttore Uff. Regionale AAMS Toscana 
Avv. Prof. Ranieri Razzante, Presidente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio 
Ten. Col. Federico Pecoraro, Comando Provinciale Guardia di Finanza di Firenze
Dott. Francesco Lento, Sostituto Commissario Divisione amministrativa e sociale, Questura di Firenze
Ing. Massimo Ruta, Country Manager Codere Italia
Moderatore: Claudio Bozza, giornalista Corriere Fiorentino

Condividi su:


Codere Italia Via Cornelia, 498 00166 Roma +39 06/612551 - P.Iva 06544651000
E-mail: comunicazioni.italia@codere.com
Privacy Policy - Indirizzo mail del Data Protection Officer: DPOCodereItalia@codere.com

Hosting TITANKA! Spa - Copyright © 2016