IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI ANNI 18. GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA. Consulta le probabilità di vincita sul sito www.adm.gov.it

Viterbo - Museo Colle del Duomo

In nome della Legalità Viterbo


24/09/2013

Il workshop itinerante “In nome della legalità” ha toccato Viterbo, il 24 settembre 2013. 
Anche questa tappa ha rappresentato una preziosa occasione di confronto con le istituzioni, gli organi di controllo, le associazioni e i media del territorio come già avvenuto precedentemente per le tappe di Caserta, Vicenza, Salerno, Torino, Bologna e Lecce. 
Il dibattito, moderato da Alan Patarga capo della sezione Economia di TGCOM24, è stato arricchito dal contributo del Cap. Lia Segatto del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Viterbo che ha illustrato i controlli effettuati negli ultimi anni sul territorio viterbese, partendo dal possesso di licenze, dalle autorizzazioni, e dai requisiti normativi prescritti dalla legge, al corretto pagamento dei tributi. Presenti al workshop anche i rappresentanti dell’amministrazione cittadina, l’avvocato Giacomo Barelli Assessore alla Cultura, Turismo e grandi eventi del Comune di Viterbo, e il dott. Marcello Meroi Presidente della Giunta provinciale di Viterbo, che ha sottolineato l’importanza della tutela della cittadinanza e dei controlli in termini autorizzativi attraverso una condivisione tra enti pubblici, concessionari e in accordo con tutta la catena del controllo: Monopoli, Carabinieri, Finanza e Prefetture. Il vice prefetto Emiliana Carelli ha spiegato l’importanza del Nuovo Codice Antimafia che ha consentito di rafforzare l’azione della Prefettura. 
Tra gli interventi anche quello dell’avv. Massimiliano Pucci Presidente As.Tro, che ha ribadito come il gioco oggi è utilizzato dall’opinione pubblica e dai politici come paravento di ogni altro problema nel nostro Paese, e del prof. Ranieri Razzante, Presidente e fondatore di Aira Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio, che ha puntualizzato come il tema centrale deve essere la tutela del gioco sano e la segnalazione delle operazioni sospette che purtroppo permette la penetrazione della criminalità organizzata.
Sulla stessa linea anche le dichiarazioni rilasciate dall’avvocato Marco Polizzi Presidente Primo Consumo che ha messo in risalto come il proibizionismo gratuito non porta a nulla, per questo è necessario un orientamento sinergico tra associazioni, Stato e concessionari.
A concludere i lavori l’ing. Massimo Ruta che ha ribadito la corrispondenza dei medesimi interessi tra i concessionari e le forze dell’ordine e di controllo, poiché agendo nella legalità gli interessi vanno nella stessa direzione.

Relatori:
Dott. Marcello Meroi, Presidente Consiglio Provinciale di Viterbo
Avv. Giacomo Barelli, Assessore alla Cultura, allo spettacolo, al Turismo del Comune di Viterbo
Dott.ssa Emiliana Carelli, Vice prefetto di Viterbo 
Cap. Lia Segatto, Comando Provinciale Guardia di Finanza di Viterbo 
Avv. Massimiliano Pucci, Presidente AS.TRO 
Avv. Prof. Ranieri Razzante, Presidente AIRA Associazione Italiana Responsabili Antiriciclaggio 
Avv. Marco Polizzi, Presidente Primo Consumo 
Ing. Massimo Ruta, Country Manager Codere Italia
Moderatore: Alan Patarga, giornalista capo sezione Economia di TGCOM24

Condividi su:


Codere Italia Via Cornelia, 498 00166 Roma +39 06/612551 - P.Iva 06544651000
E-mail: comunicazioni.italia@codere.com
Privacy Policy - Indirizzo mail del Data Protection Officer: DPOCodereItalia@codere.com

Hosting TITANKA! Spa - Copyright © 2016